Guida Texas Hold’em

Texas Hold’em consigliato: Bet365

Fino a 100€ di Bonus Benvenuto, per giocare a Texas Hold’em

bonus 50 euro bet365


Texas Hold’em molto amato e seguito dagli italiani

Texas Hold’emLa variante del poker classico online più conosciuta al mondo si chiama Texas Hold’em, ma nel nostro Paese è detto molto più brevemente poker texano; un fenomeno davvero in espansione che ha registrato un successo mondiale, un’attrazione che ha conquistato milioni di giocatori in tutto il Pianeta. Grazie a vari programmi televisivi, alla possibilità di giocare in rete e grazie anche a numerosi e prestigiosi tornei il poker texano è molto amato e seguito, oltre che ovviamente “giocato”.

Popolarità del poker texano in Italia, il gioco che fa furore online

La variante texana del poker ha letteralmente entusiasmato i giocatori italiani, tanto che l’impegno nell’imparare tutti i segreti di questo gioco ha dato vita a uno stuolo di campioni, e non solo in Italia ma a livello internazionale. La grandissima popolarità del poker texano ha fatto nascere molti eventi; due molto noti sono l’Italian Poker Tour, e l’Italian Poker Open con in aggiunta varie tappe italiane nell’ambito dei tornei itineranti internazionali. Per conoscere questo fantastico poker si può iniziare sul sito di Titanbet Poker, una tra le migliori poker room online legali italiane.

Le regole del Texas Hold’em, come e quando il giocatore può decidere

Le regole del Texas Hold’em sono di facile apprendimento, ma per arrivare a buoni livelli di esperienza come giocatore bisogna davvero impegnarsi, approfondire e studiare il gioco e le sue basi, perché la teoria è molto importante, ma la pratica è quella che consolida la capacità acquisita e affinata. Per “farsi le ossa” è bene registrarsi sui siti che offrono i freeroll, per fare esperienza senza spendere i propri soldi, ad esempio Netbet Poker, o Betclic.it.

Svolgimento del Texas Hold’em, le mosse del conduttore le opzioni per i giocatori

A Texas Hold’em viene utilizzato un mazzo di 52 carte e partecipano al tavolo da 2 a 10 giocatori; il conduttore del gioco dopo aver mescolato le carte, distribuisce due carte coperte ad ogni giocatore, questo duo di carte si chiama “pocket cards”, poi ne distribuisce cinque scoperte, denominate “carte comunitarie”; queste cinque carte vengono messe nello spazio dedicato nel centro del tavolo, poi seguono sei fasi della mano di gioco.

Le mosse e le scommesse, cosa succede durante una mano di poker texano

Il gioco vede le prime battute con il primo giro di puntate, fatte dai giocatori, la sequenza si segue in senso orario, due puntate sono obbligatorie, basate sul limite minimo e sul limite massimo del tavolo, ad esempio 5 e 10. Il primo giro di puntate parte sempre dal giocatore alla sinistra del Big Blind prima che il conduttore scopre le carte comunitarie; dopo la distribuzione delle carte tutti i giocatori possono usufruire di quattro opzioni di cui sceglierne:

Fold (lasciare) ovvero lasciare la mano in gioco,

Check (passare) se si è fatta la puntata per primo si può passare l’azione al giocatore che segue,

Call (chiamare) cioè mettere nel piatto una puntata del valore dell’ultima depositata nel piatto,

Raise (rilanciare) ovvero puntare una cifra più alta di quella scommessa dal giocatore precedente.

Flop il conduttore elimina dal mazzo la prima carta e distribuisce in centro al tavolo le prime tre carte scoperte e comunitarie, segue un secondo giro di puntate sempre con le stesse opzioni citate, il primo giocatore a scommettere sarà sempre quello posto alla sinistra del conduttore.

Turn Il conduttore elimina la prima carta del mazzo, deposita la quarta carta scoperta comunitaria nel centro del tavolo e riparte il giro di puntate.

River ovvero l’ultima carta nella mano a texas hold’em chiude il giro di scommesse, sul tavolo viene messa la quinta e ultima carta comune. A questo punto ogni giocatore rimasto sa quale è il punteggio più alto che ha realizzato con le due carte personali e le cinque carte comuni. Parte il quarto di puntate che è anche l’ultimo.

Chi ha vinto e chi no, divisione del piatto in caso di pareggio

Arriva quindi il confronto tutti i giocatori mostrano le carte che hanno in mano e i punteggi realizzati, chi ha il punteggio più alto vince tutta la somma del piatto; in alcuni casi può verificarsi un pareggio, in questo caso si confrontano le carte che non formano il punto, dette kickers, se il pareggio sussiste il piatto viene diviso tra le parti pareggianti. A Texas Hold’em vige la regola che, nel corso della partita, se nessun giocatore chiama o rilancia la puntata più alta, la mano si chiude con la vittoria del giocatore che l’ha lanciata.

La pratica ti fa campione, gioca per diventare un esperto

Per riassumere possiamo dire che le basi della teoria sono davvero importantissime ma è sul campo che il giocatore impara in modo efficace a giocare a poker texano, non c’è nulla meglio della pratica che rende un giocatore veramente abile; anche perché è da tenere in conto l’aspetto del gioco stesso caratterizzato dalla differenza che c’è tra una mano e un’altra, differenza che richiede una strategia d’azione sempre nuova e ogni giocatore interpreta e reagisce in modo personale in base al suo stile di gioco. Un consiglio che viene da giocatori esperti e famosi è questo: non iniziare mai una partita a questo gioco se si ha fretta, se non si è davvero in forma, svegli e lucidi e se non si hanno le idee chiare, sarebbe solo deludente, questo tipo di poker richiede grande concentrazione, freddezza, calma e ponderazione.

Consigli

Al tavolo di gioco mantenere calma e pacatezza
Non mostrare mai impazienza
Se si perde una mano impegnarsi sulle successive senza drammi
Se non si gioca approfittare per studiare il gioco e gli avversari
Non perdere mai concentrazione e coraggio nel puntare, anche dopo aver perso
Mantenere il gioco equilibrato ed obbiettivo
Quando il giocatore vede le sue carte non deve palesare alcuna emozione
Valutare le proprie carte in base a quelle degli avversari
Non considerare il ‘check’ come una sconfitta
Se le carte personali sono al di sotto del 10 si può lasciare la mano
Il numero dei giocatori seduti al tavolo determina le possibilità che ognuno degli stessi ha di vincere

Open